Santi Angeli - Sezione Alpini Treviso

Vai ai contenuti

Santi Angeli

La Sezione > Gruppi
SANTI ANGELI DEL MONTELLO
Piazza Don Marco del Molin - 31040 Santi Angeli del Montello
Anno di fondazione: 1965
Il Gruppo Alpini di SS. Angeli è stato fondato il 2 maggio 1965 ad iniziativa di Luigi De Mori il quale diventò il primo capogruppo.
Nel corso degli anni si sono succeduti in questo ruolo Romeo Gheller, Renato Gheller, Fortunato Barattin, Giovanni Doro e Luigi Marinello che ricoprì tale carica per 28 anni, sino al 2012, allorchè venne sostituito da Nevio Buratto attuale capogruppo.
Sin dalla sua istituzione e per lungo tempo, il Gruppo ha dovuto confrontarsi con l'esigenza di disporre di una sede adeguata. Dopo la prima sistemazione in una struttura precaria, situata alla trattoria Trevisiol, il Gruppo potè avvalersi di una sala resa disponibile nel cento parocchiale.
Anche questo locale seppur più confortevole del precedente, presentava dei limiti di spazio. La soluzione definitiva e soddisfacente fu trovata in anni recenti nel fabbricato costruito dall' Amministrazione Comunale di Giavera del Montello nell'area denominata la “quercia”.
La sede fu inaugurata l'8 Giugno 2008, e venne interamente rifinita ad opera e spesa degli Alpini, che attualmente viene utilizzata non solo per incontri organizzativi, ma è a disposizione per altre associazioni o per altre iniziative culturali e sociali del luogo.
Brevemente accennando alle vicende del gruppo, si ricorda che la sua attività si è nel tempo caratterizzata da un lato per l'impegno nel campo della solidarietà e, dall'altro, per la partecipazione assidua alle adunate nazionali, sezionali, triveneta e, nel limite del possibile a ogni manifestazione di altri Gruppi.
Il Gruppo Alpini di SS. Angeli si è sempre ispirato al detto ”Ricordare i morti, per aiutare i vivi.” A tale riguardo vanno menzionati alcuni interventi compiuti:
  • a Fontalelle e a Oderzo, per la costruzione di due case di accoglienza;
  • in Friuli, dopo il terremoto del 1976, nell' opera di ricostruzione svolta dal cantiere di Pinzano;
  • in Piemonte e in Abruzzo, a sostegno di popolazioni colpite da alluvioni e terremoti;
  • nei paesi del Montello, in molteplici iniziative di protezione civile e di volontariato, in particolare a favore del “Gruppo Montelliano disabili”e di persone anziane in situazione di bisogno.
     
Il gruppo, formato da 55 soci e 14 aggregati, da sempre assicura la presenza dei soci e il loro supporto organizzativo alle commemorazioni della Grande Guerra, in particolare della battaglia del Sostizio, che ebbe SS.Angeli e il Montello  teatro di scontri violentissimi. Il Sacello, la Valle dei morti, il monumento al Gen. Pennella, comandante dell'VIII armata, il cippo in onore del Capitano E. Porcu, etc., perpetuano nel tempo la memoria di queste vicende, mentre le lapidi del monumento ai caduti testimoniano il grande tributo di sangue dato alla Patria dal piccolo Paese di SS. Angeli con i suoi 18 morti molti dei quali Alpini.
Va ricordato inoltre che dal 1975, gli Alpini di SS. Angeli presenziano alle celebrazioni del 25 Aprile, attuate congiuntamente dalle Amministrazioni comunali di Giavera e Nervesa, curando, in particolare, aspetti organizzativi e conviviali della cerimonia che si svolge nel loro paese, davanti al locale in cui tre giovani del posto furono impiccati dai fascisti, per rappresaglia, il 31 agosto 1944.

Aggiornamento 2019

Torna ai contenuti